Biologico


Temperatura ideale


8-10 °C

Colore


Vitigni


Ottenuto al 100% da uva Tocai friulano: il vino bianco del Collio forse più rappresentativo e conosciuto, ma che dal 2007 ha dovuto rinunciare al nome in favore dell’Ungheria, cambiandolo in Friulano. Citato per la prima volta nel patto dotale del 1632 di Aurora Formentini, nobildonna di San Floriano, che portava allo sposo “vitti di Toccai… 300”, tre secoli dopo (1933) Ernesto Massi scriverà «l’indirizzo attuale della vitivinicoltura goriziana tende a favorire i vitigni fini bianchi, quali il Tocai». Presente da sempre in azienda, essendo una delle varietà autoctone della zona.

Altimetria


I vigneti da cui nasce sono Zavognza, Ruttars e Dolgi Breg ad un’altitudine da 120 a 180 metri s.l.m. nei tipici terreni denominati “ponca”.

Sistema di allevamento


Coltivati a guyot con produzioni di 70-80 q.li/ettaro.

Vinificazione


Ottenuto da pressatura soffice di uve macerate per 24-48 ore a basse temperature. La fermentazione viene svolta in vasche in acciaio a temperature controllate. Segue, poi, la conservazione “sur lie” fino ad imbottigliamento.

Colore


Il colore è giallo paglierino, luminoso e brillante, con riflessi citrini.

Naso


Intenso e persistente con spiccati sentori di fieno, mandorla e fiori gialli secchi, chiudendo con il ricordo della mela golden matura.

Palato


Vino morbido, ma con una ben equilibrata sapidità, che ne garantisce la piacevolezza della beva, con elegante fondo amarognolo e retrogusto ammandorlato.

Temperatura di servizio


Va servito freddo, attorno a 8 – 10° C, poiché è così che si può cogliere tutta la sua fragranza.

Abbinamento


Vino da aperitivo, da antipasti, prosciutto crudo di San Daniele e affettati vari, da minestre e da primi piatti asciutti. Si sposa perfettamente anche con il formaggio Montasio e si abbina con efficacia a piatti a base di pesce al forno o marinato.